L’Ufficio ambiente di Andria non ha tempo per il Profilo di Salute

L’Ufficio ambiente di Andria non ha tempo per il Profilo di Salute

“Quanto altro tempo servirà per affrontare seriamente un tema che è fondamentale per la salute della collettività?” questa è la domanda che si pone il direttivo dell’associazione Onda d’Urto in una lettera aperta alla città di Andria. I rappresentanti dell’associazione avevano chiesto ed ottenuto di potersi confrontare con la neoeletta Amministrazione comunale per confrontarsi circa le strategie di prevenzione del cancro giovanile, incontro avvenuto all’ora di pranzo di venerdì 17 luglio. Durante l’incontro si è presentata, inaspettatamente, anche la dirigente dell’Ufficio Ambiente Santola Quacquarelli, a cui la delegazione, composta da Dino Leonetti, Tony Tragno e Lorenzo de Feo, ha voluto sollecitare la redazione del Profilo di Salute della città. La risposta della dirigente ha lasciato di stucco i rappresentanti di Onda d’Urto: secondo quanto riporta l’associazione in una lettera aperta “L’ing. Quacquarelli ha dichiarato che pur avendo fatto le convocazioni alle conferenze dei servizi non è riuscita ad avere ascolto dai referenti degli altri uffici e comunque non ha tempo disponibile perché ora ha altri incarichi oltre a quelli preesistenti. All’insistente proposta di collaborazione da parte dei presenti ha negato ogni alternativa perché “non ho tempo” paventando impegni che non le permettono di affrontare per ora il Profilo della Salute”. Abbiamo cercato di contattare più volte l’Ufficio Ambiente e Mobilità per cercare di ottenere una replica dalla dirigente in questione, ma non siamo riusciti ad avere nessuna risposta.
Dunque la richiesta del Profilo di Salute della città, strumento formidabile necessario per la conoscenza dei bisogni dei cittadini e per la pianificazione dei servizi essenziali per una città sana, rimane ancora una volta non ascoltata.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *