Il M5S di Andria torna a parlare di rifiuti con la Tari alle porte

Il M5S di Andria torna a parlare di rifiuti con la Tari alle porte

La politica locale torna ad accendersi sui rifiuti. A sfregare il cerino sono nuovamente i grillini, che accusano l’amministrazione Giorgino di non rispondere ai numerosi quesiti che la cittadinanza si pone circa questa tematica. Imu e Tasi, innanzitutto, sono i pomi della discordia, alle quali va aggiunta la Tari: ‘negli atti, è stata già preparata la strada per un possibile aumento, sempre negato a parole, ma ormai sempre più vicino’, tuonano i pentastellati consiglieri. Va inoltre aggiunta la mancata verifica di congruità dell’appalto sulla raccolta dei rifiuti, che potrebbe consentire un risparmio per gli andriesi. E la discarica di Andria? E circa l’impianto di trattamento di rifiuti liquidi e dell’amianto? ‘Ci sono una serie di problemi che vanno affrontati, la cui soluzione non può più essere rimandata’. Insomma, parafrasando una citazione, ‘una domanda vi seppellirà’.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *