Sanzioni per il comune di Andria

Sanzioni per il comune di Andria

“Mentre il sindaco decide di rifare l’album delle figurine per indicare la nuova giunta politica – si legge in un comunicato del Movimento 5 Stelle di Andria – ieri abbiamo dato notizia che è arrivata da un paio di mesi al Comune una lettera che attesta l’avvenuta certificazione della violazione del patto di stabilità interno per il bilancio del 2012, accertato nel 2015 con sanzioni da pagare nel 2016”.
Quindi i rappresentanti grillini si chiedono “senza soldi in cassa, in attesa di notizie da Bari e da Roma, su cosa poggerà il bilancio di previsione 2016? La sanzione di 172mila euro, pervenuta dal Ministero dell’Interno per il pasticcio del bilancio 2012, sarà pagata solo dal fondo di solidarietà comunale o saranno interessate altre voci del bilancio?”
In definitiva, invece di tagliare una serie di spese in questo momento inutili, scelta obbligata in una situazione economica di grande difficoltà, l’amministrazione andriese rischia di dover ridurre i contributi a favore delle fasce più deboli della popolazione (anziani, minori, diversamente abili, per fare degli esempi), mentre non riesce ad aderire nemmeno ad iniziative “a costo zero”, come quella del Ministero dell’Ambiente che aveva stanziato soldi anche per Andria per dotare le automobili a benzina di non recente costruzione di impianti GPL o metano. Al Comune nessuno si sarebbe accorto di questa opportunità.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *